AVG Antivirus Free recensione 2017

0
La nostra scelta AVG Antivirus Free recensione 2017

Tutti hanno bisogno di un antivirus: purtroppo, spesso questo comporta una spesa economica non indifferente, considerando che il prezzo di un software per la sicurezza professionale si aggira intorno ai 40 euro.

Fortunatamente, puoi ottenere una protezione del tuo computer molto efficace anche usando alcune opzioni gratuite: opzioni come ad esempio AVG Free 2017. Questo programma, rispetto alla precedente versione, include alcune nuove opzioni che lo rendono ancor più performante e meritevole di attenzioni. Ecco perché oggi scopriremo insieme la recensione di AVG Antivirus Free 2017.

Recensione AVG Antivirus Free 2017

Non sono state poche le novità relative all’antivirus AVG: lo scorso anno, infatti, la suddetta società è stata acquisita dalla nota Avast. Questo ha causato un po’ di paura negli utenti di AVG, per via del rischio di dover pagare per poter utilizzare le nuove versioni di questo software.

Per fortuna, AVG ha mantenuto la propria identità e ancora oggi risulta essere il miglior antivirus gratuito su piazza. Naturalmente, le opzioni di protezione più approfondite sono disponibili solo nella versione a pagamento di AVG Antivirus 2017 [LINK ARTICOLO AVG ANTIVIRUS]: questo, comunque, non limita tutte le grandi potenzialità della versione gratuita.

Come si installa

AVG Free 2017: lo strumento di gestione AVG Zen

Come tutti i prodotti AVG, anche la versione free include al suo interno AVG Zen: una utility di gestione che offre una panoramica completa di tutti i tuoi dispositivi. Questo strumento possiede una interfaccia con quattro pannelli, dedicati all’antivirus, alla protezione del PC, alla VPN e alla protezione del browser.

Ogni pannello possiede un cerchio colorato che ti indica il grado di protezione di quella specifica area. Se tutto è a posto il cerchio è di colore verde, fino a raggiungere diverse gradazioni in base alla quantità di problemi. Considera che il cerchio relativo all’antivirus non supererà mai i ¾, se prima non installerai la versione a pagamento di AVG.

La nuova interfaccia utente di AVG Free 2017

interfaccia avg free

interfaccia avg free

Una delle principali novità riguarda l’interfaccia utente di AVG Free 2017, quasi del tutto rivoluzionata rispetto alla precedente versione. Adesso la finestra principale ha due riquadri principali: il primo riguarda la protezione base, il secondo la protezione completa. Nella protezione base trovi la protezione del computer, e la protezione in fase di navigazione e di email: entrambe sono abilitate.

Nel riquadro della protezione completa, invece, trovi la prevenzione dagli attacchi hacker, la protezione dei dati personali e la protezione dei pagamenti online: per sbloccarli, dovrai necessariamente passare alla versione a pagamento di AVG Antivirus.

Al centro e in basso, invece, trovi il classico pulsante per la scansione del computer: è un’operazione completa, che non si limita all’individuazione dei malware ma che analizza anche la presenza di file indesiderati.

Inoltre, effettua anche uno scan del browser e rileva eventuali problemi nel registro di sistema. Infine, in questa sezione trovi anche informazioni base come la data dell’ultima scansione. Puoi anche avviare la riparazione dei problemi del sistema, ma solo installando AVG PC TuneUp.

AVG Antivirus Free 2017: protezione e performance

Durante i nostri test, la scansione è stata effettuata in soli 6 minuti, il che ci ha ovviamente lasciato qualche perplessità. Approfondendo la voce Menu in alto a destra, però, abbiamo trovato una opzione chiamata “Deep Virus Scan”: in questo caso, l’operazione ha richiesto più di un’ora per essere completata.Di buono c’è che AVG durante questa scansione etichetta i file sicuri, così da non esaminarli più in futuro: questo abbrevia di molto le tempistiche. Il consiglio, quindi, è di effettuare prima la scansione profonda.

Per quanto concerne i punteggi in relazione alle performance, AVG Antivirus Free ha realizzato ottimi numeri: naturalmente inferiori ai risultati di software a pagamento come Kaspersky 2017 e Bitdefender, ma comunque elevati.

Nello specifico, AVG è stato testato da AV-Test (http://www.av-test.org/en/home/) prendendo in considerazione tre aree: protezione, prestazioni e usabilità, ognuna delle quali con un potenziale massimo di 6 punti (dunque 18 in totale).

Com’è andato AVG? Ha ottenuto punteggio pieno in usabilità, mentre nelle altre due aree si è piazzato con un ottimo 5,5. Secondo i test di Virus Bulletin, invece, ha ottenuto un ottimo 81%.

AVG Antivirus Free: la protezione dai malware

Partiamo da una considerazione: un malware, per violare il PC, dovrebbe prima superare diversi livelli di difesa. In tal senso, AVG è in grado di bloccare tutti gli accessi agli URL infettati dai malware o da qualsiasi altra minaccia, ed è anche capace di interrompere il download di un file malware prima che possa auto-avviarsi.

Se nel computer è già presente un file dannoso, AVG Antivirus Free lo controlla nuovamente per sicurezza prima di consentirti l’esecuzione, anche se ha già effettuato i precedenti controlli. Noi abbiamo provato ad eseguire la nostra collezione aggiornata di malware: AVG è riuscito a bloccarli quasi tutti, e lo ha fatto molto velocemente, in modo da fermare sul nascere qualsiasi problema relativo alla loro installazione.

In sintesi, questo antivirus gratuito ha bloccato il 94% dei malware della nostra personale collezione. Ecco come funziona AVG: nel caso di file presenti sul sistema e mai analizzati, il programma avvia comunque una scansione quando proverai ad avviarli.

Dunque, anche nel caso di file dannosi già presenti nel computer prima dell’installazione di AVG, l’antivirus riesce comunque a bloccarli e a impedirne l’avvio, killandone il processo. In alcuni casi, la scansione dei suddetti viene etichettata come “speciale”: ciò avviene quando AVG riscontra un potenziale rischio che richiede una analisi maggiormente accurata.

Come si comporta AVG Free 2017 con i nuovi malware? Anche in questo caso, il grado di protezione è eccellente, anche con virus molto recenti.

AVG Free 2017 e Phishing: i risultati sono deludenti

Purtroppo, AVG Antivirus Free 2017 dimostra non poche pecche quando si tratta di proteggere il computer dal phishing. Qui, però, bisogna fare una precisazione: la protezione da questa minaccia va suddivisa fra antivirus e utente, dato che comunque serve una certa attenzione nel determinare i siti-replica potenzialmente dannosi per l’inserimento dei dati personali.

Detto questo, gli antivirus professionali posseggono delle black list di URL di phishing quotidianamente aggiornate: cosa che rende decisamente più facile proteggersi da questa minaccia.

Ciò non accade con AVG, il quale dimostra di essere abbastanza indietro nella fase di aggiornamento delle liste. Fra le altre cose, la situazione è peggiorata rispetto all’edizione 2016: quella versione aveva registrato un ritardo del 28% da un antivirus professionale e specializzato come Norton, dunque tutto sommato un livello tollerabile. Al contrario, nella versione 2017 il ritardo è salito al 70%, il che è inammissibile.

Di contro, gli sviluppatori di AVG sono a conoscenza del problema e stanno attualmente lavorando per ridurre questo distacco in fase di aggiornamento delle liste.

Le funzioni bonus di AVG Free 2017

Fra le migliori funzioni bonus di questo antivirus gratuito troviamo il plugin AVG Web TuneUp: si tratta di un tool di sicurezza che si installa in tutti i browser sul PC e che offre svariati vantaggi in termini di protezione. Intanto rileva il pericolo nel caso dei siti web sospetti: lo fa specificandoti anche il grado di pericolosità del sito, usando colori come il rosso, il giallo e il verde per i siti sicuri.

Puoi anche cliccare sulla scheda informativa per ulteriori dettagli, e per accedere ad un report completo online. Anche se comunque va detto che il suddetto report non è poi così dettagliato.

Inoltre, c’è anche una funzione “Do Not Track” che, se attivata, blocca il monitoraggio da parte degli inserzionisti pubblicitari. L’ultima funzione è il Browser Cleaner: cancella i cookies, ma è abbastanza inutile dato che puoi fare la stessa cosa con qualsiasi browser. Infine, c’è anche una funzione Shred che impedisce a chiunque di recuperare i dati di un file che hai deciso di eliminare.

Recensione AVG Free 2017: conclusioni

AVG Free Antivirus 2017 è una scelta eccellente: con l’acquisizione da parte di Avast, poi, le cose andranno sicuramente a migliorare. Il blocco dei malware è eccezionale, anche se la protezione sul phishing ha registrato dei ritardi clamorosi, ma verrà sicuramente velocizzata. Anche il blocco dei download dannosi in corso non è perfetta, ma comunque fa meglio di tanti altri antivirus gratuiti.

10 Total Score
La migliore scelta Free

Questo antivirus è uno dei pochi che vi offre una buona (non ottima) copertura da virus senza chiedervi nulla in cambio.

PROS
  • Completamente gratuito
CONS
  • Per le funzioni avanzate serve il PRO
User Rating: 5 (1 votes)

Per favore lasciaci un tuo commento

      Leave a reply